darky1

Questa poesia è dedicata al mio amatissimo Darky morto il 20 settembre 2015 all’età di 8 anni. Il rapporto tra un cane ed il suo compagno umano è un rapporto profondo e importante che lega entrambi in maniera indissolubile al punto che spesso sovrasta per intensità i rapporti che instauriamo con altri esseri umani. Un rapporto che viene sottovalutato dalla società che non riesce a capire come l’amore del nostro amico a quattro zampe, puro, unico, assoluto, sincero ed incomparabile possa essere ricambiato allo stesso modo dal suo compagno uomo, seppur con tutti i limiti imposti dall’appartenenza alla specie umana. Ed il grave lutto per la sua perdita è spesso anch’esso incompreso dalla cultura imperante antropocentrica che non sa andare oltre la barriera di specie che si è costruita nel corso dei secoli e tende quindi a minimizzare il dolore che si prova quando il nostro più grande amico muore, mentre l’amore va oltre la specie e oltre le differenze. Ho amato Darky spassionatamente e profondamente e allo stesso modo ora mi manca. Vorrei che questa poesia fosse di conforto a chi come me sta vivendo in questo momento un grave lutto per la perdita dell’amico/amore più caro.

 

E NON SEI SOLO … DARKY

 

E adesso, che una sottile coltre di neve riveste la tua tomba,

mi chiedo se starai più caldo

nella fredda terra dove giaci,

Amore,

o forse il mio abbraccio potrebbe riscaldarti di più?

E vorrei esserti accanto, nel silenzio irreversibile della morte,

per accarezzarti ancora

e dirti che ci sono io con te,

che non sei solo,

e mentre la quiete del bosco

fa da cornice al mio dolore,

calde, le mie lacrime, bagnano la terra che ti ricopre

e ripenso ai giorni ormai perduti

quando la tua voce rallegrava le mie giornate

e la tua presenza riempiva il vuoto della nostra casa,

e mille scene mi tornano in mente,

ormai risucchiate dal vortice del tempo,

e quando la notte impietosa scende nera,

e mi porterà forse, un nuovo sogno da vivere con te,

il mio pensiero ti avvolge

e non sei solo,

e quando l’alba si affaccia tra i pini

e illumina la terra,

seduta accanto, ti aspetto,

per portarti con me,

dentro il mio cuore,

nel nuovo giorno,

e non sei solo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E NON SEI SOLO … DARKY
Vota l\'articolo

1 Comment
  1. Sebastiano 2 anni ago

    Poesia delicata e forte al tempo stesso. Provo lo stesso sentimento di dolore e di rimpianto per il mio Hermes, il mio pastore tedesco morto nel dicembre scorso. Grazie

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Mandaci una mail, risponderemo in breve tempo.

Sending
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account