Il cane angelo

Il cane Angelo e i suoi carnefici

Questa è la storia del cane Angelo, un cane randagio, uno dei tanti, che viveva la sua vita vagabondando per le campagne calabre senza fare del male a nessuno, perché gli animali sono incapaci di fare del male, Angelo colpevole solo di essere un cane e quindi un oggetto a disposizione degli “umani”, Angelo che ha avuto la sfortuna di imbattersi in quattro mostri appartenenti alla così detta specie “umana” che di umano ha ben poco se sforna soggetti che altro non meriterebbero se non di essere giustiziati o imprigionati a vita nelle patrie galere dove non potrebbero più nuocere a nessuno.

Angelo, così è stato chiamato questo cane sfortunato perché solo gli animali possono essere paragonati a quelle figure mitologiche chiamate angeli che la religione cattolica ci propina ma che hanno il potere di dare subito l’idea di un essere gentile, dolce, amorevole, esattamente come era lui che in un giorno qualsiasi di luglio è incappato in 4 infami elementi, tanto per usare un eufemismo, i quali non sapendo come passare il loro inutile tempo e consumare le loro inutili vite, hanno pensato bene di sfogare le loro frustrazioni su di lui. Lo hanno preso, appeso ad un albero e a turno, bastonato fino ad ammazzarlo di botte. Quattro vigliacchi ignobili e assassini, perché questo è il termine giusto per definirli, che per divertimento hanno infierito su una creatura innocente e indifesa fino ad ucciderla. All’interno di questo servizio il video atroce per chi ha il coraggio di guardare. http://www.youreporter.it/video_IN_ONORE_DI_ANGELO_2

Nonostante questa triste e drammatica vicenda abbia percorso lo stivale da nord a sud lasciando tutti esterrefatti, anche coloro che non si possono definire propriamente animalisti, commovendo l’Italia intera, assistiamo ancora una volta ad una giustizia ingiusta che non riesce a fare il suo corso. Nonostante le varie manifestazioni di solidarietà verso questa creatura innocente che hanno avuto luogo in molte città, nonostante le centinaia di mail mandate a chi di competenza, nonostante questa storia sia assolutamente allucinante, nonostante tutto questo, ad oggi nessun serio provvedimento è stato preso contro i criminali che hanno commesso questo atto efferato e crudele. Anzi c’è da parte di qualcuno, quasi la tendenza a far passare questo crimine come una ragazzata, una birichinata commessa in un momento di noia dai quattro delinquenti dimenticando che la violenza è violenza e non ha nessuna importanza contro chi la si esercita. Il cane Angelo anima nobile, chiede giustizia mentre noi animalisti meno nobili gridiamo vendetta e chiediamo a squarciagola che la legge 189/2004 che tutela gli animali venga applicata e seri provvedimenti vengano presi per far pagare a questi quattro delinquenti umani una pena severa per il crimine che hanno commesso, una pena esemplare che funga da deterrente per chiunque si azzardi in futuro anche solo a pensare di commettere un atto atroce come questo. Non si conosce ancora la data della prima udienza del processo contro i quattro aguzzini ma sappiamo che uno di loro è stato licenziato in tronco dal posto di lavoro e per questo ringraziamo il Sol Palace Hotel che ha voluto subito disfarsi della collaborazione di questo assassino.

Un giorno il grande Mahatma Gandhi disse che la civiltà di una società si riconosce dal modo in cui tratta gli animali e se è davvero così le società odierne sono ancora indietro anni luce dall’essere civili!!

Pagina fb

https://www.facebook.com/unitiperangelo/

firma la petizione in questo link

https://www.change.org/p/condannate-i-responsabili-dell-uccisione-di-un-cane-impiccato-e-bastonato-a-sangineto-cs –

 

Ivana Ravanelli

GIUSTIZIA PER ANGELO – I SUOI CARNEFICI DEVONO PAGARE
Vota l\'articolo

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Contattaci

Mandaci una mail, risponderemo in breve tempo.

Sending
 
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account